Come Raccontare una Equity Story d’Impatto (Step-by-Step)

Una volta che un’azienda viene quotata in borsa, la sua storia azionaria potrebbe essere uno dei fattori che favoriscono o penalizzano le relazioni con gli investitori. Ma come si fa a rendere la storia abbastanza avvincente da incoraggiare gli investitori ad aggiungere un’azienda al loro portafoglio? Leggi questo articolo per scoprire cos'è una equity story, come svilupparne una efficace e chi deve raccontarla.

Oggi, questo compito è molto più preciso e basato sui dati di quanto lo sia mai stato in passato, con oltre il 50% degli emittenti che migliora i propri sforzi di targeting attraverso l'uso di strumenti di investor relations online.

Tabella dei contenuti

Che cos'è una equity story?
Perché la tua equity story è importante?
Come creare una equity story d’impatto
Chi racconta l’equity story?
Documenti chiave basati sulla equity story
Informazioni sulla percezione degli investitori per prepararti per il 2021
Conclusioni
Riferimenti e approfondimenti


Che cos'è una equity story?

Per dirla semplicemente, l’equity story di un’azienda è una combinazione di tutti i motivi convincenti per cui gli investitori dovrebbero acquistare le sue azioni. Si tratta di un documento che dovrebbe posizionare l'emittente come un investimento interessante, spiegando nel dettaglio:

  • I successi e le pietre miliari del passato dell'emittente
  • Le competenze principali dell'emittente e ciò che lo differenzia dal mercato
  • L'attuale struttura azionaria (cicli di finanziamento) e il track-record di finanziamento
  • Le prospettive e la strategia aziendale a medio-lungo termine

 
Dovrebbe inoltre includere informazioni sul modello di business, le licenze e i brevetti in possesso, le qualità del management team e informazioni sul mercato.

Perché la tua storia azionaria è importante?

Gli investitori sono sempre alla ricerca di investimenti vincenti perché il loro obiettivo primario è garantire che i portafogli azionari dei clienti sovraperformino i loro benchmark. Mentre questo ha tradizionalmente significato esaminare i KPI finanziari, sempre più investitori stanno monitorando e analizzando attivamente le informazioni non finanziarie. Ciò è dimostrato da un maggiore interesse per indicatori non materiali come la performance ESG e la equity story stessa.

Quando si prende il tempo necessario per preparare questo documento con cura e attenzione, è un segno per gli investitori che l’azienda è focalizzata sul fornire massimo valore e trasparenza invece di affrettare le cose. McKinsey definisce la  storia azionaria "il filo più importante che deve passare attraverso tutto il materiale in uscita".

L'equity story riflette il posizionamento della società sul mercato, che a sua volta influenza il valore azionario e i prezzi delle azioni. Dal punto di vista degli investitori, essere in grado di differenziare l’azienda dai suoi concorrenti fornisce chiarezza sul motivo per cui dovrebbero sceglierla. Allo stesso tempo, banchieri e analisti finanziari si affidano alla equity story dell'emittente per consigliare sulla sua valutazione nel mercato pubblico.

Elencando i risultati passati, la storia azionaria della tua azienda può fornire rassicurazione ed entusiasmo sulle prestazioni future. Ad esempio, con un'offerta secondaria è possibile informare gli investitori che i pagamenti dei dividendi sono rimasti stabili o aumentati anno dopo anno, il che è molto interessante ai loro occhi.

La storia azionaria delinea anche la strategia dell’azienda, aiutando gli investitori a valutare i risultati che possono aspettarsi di ottenere se scelgono di effettuare questo investimento. Mettendo in chiaro la propria posizione e intenzioni, gli investitori possono facilmente valutare se l’azienda in questione si adatta alla loro strategia, una delle loro preoccupazioni. 

Infine, l’equity story può influenzare anche gli stakeholder all'interno dell’azienda. Può aiutare ad allineare il posizionamento e la comunicazione sia internamente che esternamente, rendendo la visione aziendale più chiara per i dipendenti e la di valore più attraente per i potenziali azionisti. Dal reclutamento e dal mantenimento dei migliori talenti al coinvolgimento degli azionisti, la storia azionaria può avere un grande impatto sull'intera attività.

Come creare una equity story d’impatto

Ecco i passaggi per creare una equity story d’impatto:

Step 1: Condividere i risultati finanziari e operativi

Un emittente non dovrebbe mai dimenticare che gli investitori ascoltano centinaia di altre storie azionarie all'anno. Per questa ragione, la cosa migliore è iniziare la discussione tenendo questo a mente e presentare la storia azionaria come se l’interlocutore sapesse molto poco sull’azienda, sui precedenti e sui dettagli finanziari.

E’ opportuno riallineare gli investitori con la storia dell’azienda e con gli attuali risultati finanziari. Quando si incorporano queste informazioni nella equity, è meglio descrivere dettagliatamente la struttura aziendale e fornire informazioni finanziarie per ogni segmento. Ciò crea chiarezza e semplifica la valutazione delle prestazioni aziendali, in particolare per le aziende con modelli di business e strutture organizzative complessi.

Step 2: Includere i dettagli sul mercato di riferimento

Prima di acquistare le azioni, gli investitori acquistano un mercato. Sono alla ricerca di industrie e issuer promettenti con un elevato potenziale di crescita aziendale e di mercato. Ecco perché prima è importante pensare alla fase del ciclo di vita del proprio settore: se è un settore in crescita, maturo, ecc. Dopodiché si possono fornire informazioni sul mercato di riferimento, nonché rassicurazioni sul fatto che il management sa quali tendenze del mercato sfruttare per raggiungere e mantenere la posizione dominante sul campo. Ciò è particolarmente importante per le industrie innovative in cui il panorama cambia rapidamente e le informazioni finanziarie disponibili per gli investitori sono poche.

Step 3: Condividere la strategia

I tuoi potenziali azionisti sapranno le risposte a tutte le domande che hanno un impatto diretto sul loro investimento. La condivisione della propria strategia offre l'opportunità di approfondire il modo in cui le tendenze del mercato verranno sfruttate per fornire un output di crescita costante. L'investitore vuole vedere che la struttura dell'emittente è adatta per partire in quarta ed espandersi dopo la decisione di investimento.

Vale anche la pena includere informazioni su come la strategia può adattarsi a breve e medio termine. Ci si aspetta di crescere immediatamente o nel lungo termine? Organicamente o effettuando acquisizioni in base al business plan? I dividendi verranno pagati o il denaro verrà reinvestito nell'azienda?

Step 4: Riflettere l'ambiente competitivo

Le relazioni con gli investitori sono un processo continuo di coinvolgimento degli azionisti in cui è necessario entrare nei panni dei propri investitori e pensare come loro. I potenziali azionisti si aspettano che l'emittente dimostri una conoscenza approfondita dell'ambiente competitivo, delle minacce e delle opportunità, dell'evoluzione del settore e delle prestazioni dei pari.

Tuttavia, i confronti dovrebbero essere allineati e calibrati sulle circostanze degli investitori target. Se questi ultimi hanno sede in Europa, saranno in grado di visualizzare più facilmente la posizione dell’emittente rispetto ai competitor europei piuttosto che rispetto a quelli in Sud America che condividono una struttura simile. E’ fondamentale non scegliere i confronti solo perché rendono il proprio caso di investimento notevole, ma rimanere all'interno dei frame di riferimento degli investitori per tenerli coinvolti.

Step 5: Sapere quando e come fornire guidance

Molte società quotate si chiedono se dovrebbero fornire una guida annuale (o per midterm) al mercato. Ciò potrebbe gonfiare i prezzi delle azioni a breve termine, ma, se non riesci a raggiungere i tuoi obiettivi, la fiducia nella tua azienda si eroderà, portando più sfide a lungo termine.

Nel caso in cui si fornisca earning guidance è importante impostare obiettivi che si è consapevoli di poter raggiungere, in modo da poter fidelizzare l’azionariato cercando sempre di superare le aspettative. Non fornendo un solido ragionamento alla base dei propri obiettivi, la equity story potrebbe avere l'effetto opposto, allontanando gli investitori invece di attirarli.

Quando si è in dubbio sul fornire o meno guidance, è meglio tenere conto degli analisti. In generale, se c’è un piccolo numero di analisti sell-side che coprono l’azienda potrebbe essere una buona idea rivelare i propri obiettivi finanziari. Dall'altra parte, un gran numero di analisti sell-side coinvolti significa che esiste una stima di consenso consolidata. Questo essenzialmente "costringe" l’azienda a rispettare le prestazioni previste e a comunicare in modo trasparente se i suoi obiettivi interni si discostano troppo dal consensus.

Nel caso in cui si decida di fornire guidance, l'equity story è l’opportunità perfetta di informare gli investitori sulle metriche presentate regolarmente. I KPI e i multipli di mercato futuri dipenderanno dal proprio settore, quindi la ricerca è la chiave per fornire le proiezioni finanziarie e le metriche più rilevanti per i propri investitori target.

Inoltre, questi dettagli sono utili agli analisti per i confronti sul mercato, che possono aiutare a fornire fiducia nelle prospettive future di un’organizzazione.

Step 6: Presentare il proprio talento

Un altro elemento che rassicura agli investitori è sapere che nel management è presente il talento di guidare l’organizzazione attraverso la strategia proposta. La credibilità gestionale e l'esperienza di direzione nel guidare un team attraverso il processo sono vantaggiose e andrebbero documentate nella equity story.

Another element that provides reassurance to investors is knowing that you have the talent to guide you through the presented strategy. Management credibility and directorial experience of leading a team through the process and in the same industry is advantageous and you should document this in your equity story. 

Step 7: Studiare le aspettative e monitorare la propria credibilità

Creare una equity story di successo non è un lavoro che può essere fatto una volta sola. E’ piuttosto un percorso continuo, in quanto la storia va continuamente migliorata e adattata alle aspettative degli investitori.

È qui che uno studio di percezione- una valutazione indipendente di terze parti del sentiment degli investitori- può fornire approfondimenti critici e contribuire a migliorare l’equity story.

Se eseguito bene, uno studio di percezione consente di rispondere a domande strategiche a lungo termine come:

"Stiamo comunicando chiaramente le nostre priorità agli investitori?"

"Come sta cambiando il settore e come dovrebbe essere presentata l'evoluzione del nostro modello di business?"

"La nostra proposta di investimento è davvero convincente?"

Uno dei motivi per cui uno studio sulla percezione può aiutare a rispondere efficacemente a queste e a molte altre domande chiave è che è eseguito da una parte imparziale. Inoltre, raggiungerà un pubblico più ampio, tra cui gli investitori e gli analisti che corrispondono al proprio profilo ideale ma non sono ancora in contatto con l’azienda per vari motivi.

Forti di tali informazioni, è possibile poi migliorare il proprio posizionamento e i messaggi chiave, creando in definitiva una equity story che sarà rilevante non solo oggi ma anche in futuro.

Chi racconta la equity story?

È importante che sia il management a raccontare l’equity story, in quanto è loro compito mantenere le promesse. La tentazione è quella di promettere più del dovuto per ottenere il miglior prezzo possibile per le azioni della propria azienda, ma in questo modo si rischia di avere investitori delusi nel momento in cui sarà ovvio che gli obiettivi promessi non potranno essere raggiunti.

Ecco perché l’investor relations manager dovrebbe lavorare a stretto contatto con il management team per creare una equity story notevole, d’impatto ma realizzabile, coerente con le aspettative del mercato e con la reputazione dell'azienda. NEl prepararla, bisognerebbe pensare a come le dichiarazioni staranno in piedi tra qualche anno, quando gli azionisti decideranno se mantenere l’investimento o cambiare emittente.

Documenti chiave basati sulla equity story

Documento

Connessione alla equity story

Presentazione degli analisti

Gli investment analyst dei consorzi di banche approfondiscono i dettagli della storia azionaria per valutare le opportunità di investimento. Questo non è applicabile al caso degli Stati Uniti. Nel Regno Unito invece si trovano anche analisti finanziari che non hanno alcuna relazione con il sindacato che svolge lo stesso compito.

Presentazione del roadshow

Sottolinea i principali aspetti della equity story per interessare il pubblico. Deve essere concisa, ma comunque trasmettere ancora i punti necessari per convincere gli investitori ad acquistare azioni in una situazione faccia a faccia.

Long-Term Report

Nel Regno Unito, gli auditor forniscono un long-term report per l'emittente e la banca che funge da sponsor. L’equity story funge da base per l'analisi della storia, delle prestazioni, della struttura, degli asset e del cash flow dell'emittente dell'azienda tra le altre aree fondamentali.

Tutti questi documenti fanno riferimento alla storia azionaria e a l'uno all'altro in termini di dettagli. Qualsiasi incoerenza potrebbe danneggiare le proprie possibilità di vincere un azionista.

Informazioni sulla percezione degli investitori per prepararti per il 2021

Prima di presenziare al roadshow annuale, è fondamentale comprendere le tendenze nella percezione degli investitori, soprattutto dopo il difficile 2020 segnato dalla pandemia di COVID-19. Poiché si spera che il mondo inizi a emergere dall'incertezza nel 2021, sapere di cosa sono preoccupati gli investitori è essenziale per una stagione degli utili di successo. Per aiutarti a pianificare la tua strategia per il mercato per il 2021

Scarica questa guida per scoprire come uno studio sulla percezione degli investitori può aiutare >>

 

Conclusioni

La tua storia azionaria deve essere accurata, informativa, persuasiva e anche di intrattenimento. Come documento, costituisce la base di molti altri asset che investitori e analisti esaminano. Per loro, l’equity story trasforma la tua attività da un concetto astratto in un'offerta concreta di cui l'investitore vuole possedere una parte. Creare una equity story d’impatto può aumentare la tua valutazione di mercato, costruire rapporti con potenziali azionisti e garantire relazioni fluide con gli investitori.

Riferimenti e approfondimenti